area riservata
login
password
Rete Provinciale delle Bibblioteche della Provincia di Massa Carrara
Rete Provinciale delle Biblioteche della Provincia di Massa Carrara
Provincia di Massa Carrara
Provincia di Massa Carrara
Regione Toscana
Regione Toscana
 
   Percorsi tematici
   
« elenco percorsi    
Azzo Giacinto III Malaspina (1746-1800 ca.)
 

Personaggio di grande spessore culturale, analogamente al fratello Alessandro, è invece, sicuramente Azzo Giacinto III, solo Signore del luogo per diritto di primogenitura e per la sopracitata riunione dei poteri feudali dei due rami. Uomo fiero e generoso, di grande cultura e sentimenti liberali, legislatore e riformatore degli ancora vigenti statuti feudali, fino all'introduzione di un quasi corpus costituzionale.

Figlio primogenito di Carlo Morello, marchese di Mulazzo, e di Caterina Meli Lupi di Soragna. Amante del bel vivere, ma non disdegnoso di buone letture, dopo aver trascorso un periodo alla corte di Parma, divenne marchese di Mulazzo alla morte del padre (1774). Subito, nel suo minuscolo feudo, iniziò a legiferare con una sorta di affanno riformatore che, non soltanto fu malvisto dai Malaspina dei feudi attigui, ma, sovente, non fu capito neppure dai sudditi mulazzesi. Prima ancora che Napoleone, alla testa dell'armata d'Italia, vincesse le prime battaglie, Azzo Giacinto spontaneamente rinunciò ad ogni prerogativa feudale ed issò sulla torre di Mulazzo il tricolore francese (quello italiano non esisteva ancora), simbolo di Liberté Egalité Fraternité. Durante la breve restaurazione del biennio 1799-1800 fu arrestato dalla polizia austriaca e, dopo un penoso calvario attraverso le prigioni di Firenze, Mantova, Verona e Venezia, scomparve in misteriose circostanze; quasi certamente affogò nel tentativo di evadere dal carcere veneziano di S. Giorgio in Alga. Non conoscendosi alcun ritratto suo, riproduciamo e trascriviamo qui la descrizione del suo aspetto, diramata dalla polizia austriaca al momento della sua scomparsa. Tale documento si conserva nell'Archivio Domestico dei Malaspina di Mulazzo (Mulazzo, presso il Centro di Studi Malaspiniani):

E' fuggito dalle carceri di Venezia, ove era detenuto come prigioniere di Stato, Il Marchese Giacinto Malaspina d'anni 54, di statura 5 piedi e 10 pollici, magro di personale, viso olivastro, e allungato, naso lungo aquilino, occhi neri, grosse ciglia, canuto di capelli, ma non interamente, ed era vestito con giubba di color verde, pantaloni bigi, cappello tondo, scarpe e coda intrecciata: parla bene il francese ed un poco il tedesco.
Questo regio Governo comanda premurosamente che detto soggetto sia diligentemente rintracciato, e arrestato, come S[ignoria] V[ostra] farà eseguire capitando in codesto suo dipartimento.  (Sigla)
Bibliografia
P. LITTA, Famiglie celebri italiane. Malaspina, Tav. VIII, Milano, Giusti, 1852.
E. BRANCHI, Storia della Lunigiana feudale, Pìstoia, Beggi, 1897-98, (ora anche in ristampa anastatica: Bologna, Forni, 1972), vol. I, pp. 452-471.
G. SFORZA, «Contributo alla biografia di Azzo Giacinto Malaspina ultimo Marchese di Mulazzo», Giornale Ligustico, XXII (1897), pp. 171-191.
G. SFORZA, «Un feudatario giacobino», Giornale Storico e Letterario della Liguria, IV (1903), fasc. 1-3, pp. 5-46. [Include il carteggio fra Azzo Giacinto e Paolo Greppi].
P. FERRARI, Un lunigianese fra i primi martiri della libertà italiana: Azzo Giacinto Malaspina, Pontremoli, Artigianelli, [1945], 14 pp.
D. MANFREDI, «Sulla sorte di Azzo Giacinto Malaspina ultimo feudatario di Mulazzo», Cronaca e Storia di Val di Magra, XVIII-XX /1989-1991, Aulla, 1992, pp. 119-135.
D. MANFREDI, «Apporti alla biografia di Azzo Giacinto III Malaspina di Mulazzo», Cronaca e Storia di Val di Magra, XXVI-XXVII / 1997-98, Aulla, 1998, pp. 151-179.
N. MICHELOTTI, «Gli anni bui di Azzo Giacinto, Luigi ed Alessandro Marchesi di Mulazzo», Archivio Storico per le Province Parmensi, Serie IV, XLIX-1997, Parma, 1998, pp. 147-167.

Dario Manfredi

I materiali dell'archivio familiare servirono durante la Restaurazione, dopo la morte di Azzo Giacinto III Malaspina, a dirimere la lite tra i due fratelli superstiti, essendo nel 1803 rientrato in Italia anche Alessandro, che riordinò, anche a tal scopo, l'archivio familiare, constatando così la dispersione di molte carte.

Documenti
  • Commissioni imperiali dirette ai signori marchesi Malaspina (ADMM, Antica Serie, 6.2)
  • Terminazione tra Montereggio Parana e Calice (ADMM, Antica Serie, 7.2)
  • Rendiconto degli interessi dei signori Malaspina di Mulazzo con i signori marchesi Brignole Sale di Genova (ADMM, Antica Serie, 12.2)
  • Censi fatti, acquistati ed alienati dal signor marchese Azzo Giacinto di Mulazzo (ADMM, Antica Serie, 12.3)
  • Lettere ed attestati relativi all'insorgenza degli uomini di Castevoli (ADMM, Antica Serie, 12.4)
  • Dispute per il pascolo sui monti e progetto d'accomodo fra gli uomini di Parana e Villa. E rappresaglia di capre (ADMM, Antica Serie, 15.5)
  • Bilanci, lettere e ricevute di Giuseppe Casini procuratore in Firenze del marchese Azzo Giacinto Malaspina (ADMM, Antica Serie, 16.1)
  • Affare di Vincenzo Bianchi cameriere del signor marchese Azzo Giacinto con i documenti giustificativi (ADMM, Antica Serie, 17.4)
  • Carteggio del signor marchese Azzo Giacinto per diversi affari con i plenipotenziari di S.M.I. (ADMM, Antica Serie, 18.1)
  • Carteggio per il furto della croce di brillanti del marchese Leonardo (ADMM, Antica Serie, 18.3)
  • Venuta in Lunigiana di S.A.R. Pietro Leopoldo Arciduca d'Austria e Granduca di Toscana. Deputazione del Sig. Marchese Azzo Giacinto di Mulazzo per fare i suoi uffizi al medesimo anche in nome di tutte le famiglie Malaspina (ADMM, Antica Serie, 19.2)
  • Affare per gli allodiali del fu signor marchese Giovanni Malaspina della Bastia essendo procuratore della sig. Annetta, vedova del medesimo, il signor marchese Azzo Giacinto Malaspina. Copia di investitura del feudo di Aulla col sentimento dell'agente di Vienna per la successione in mancanza dei maschi di Podenzana in favore della marchesa Annetta della Bastia (ADMM, Antica Serie, 19.4)
  • Commissioni e relazioni del marchese Azzo Giacinto Malaspina avuta da S. M. per Genova, Lucca e Massa in affare di contribuzioni (ADMM, Antica Serie, 25.7)
  • Lettere, documenti e condizioni per la vendita di Calice, Veppo e Madrignano a S.A.R. Granduca di Toscana (ADMM, Antica Serie, 26.1)
  • Lettere del podestà di Calice al marchese di Mulazzo per i confini tra Genova e Madrignano (ADMM, Antica Serie, 29.2)
  • Controversie per il poggio sotto la possessione di Valle (ADMM, Antica Serie, 32.2)
  • Lettere e ricevute fra Perego di Milano ed il marchese di Mulazzo (ADMM, Antica Serie, 37.1)
  • Lettere di diversi membri della famiglia Malaspina (ADMM, Nuova Serie, 1)
  • Carte riguardanti Azzo Giacinto III Malaspina di Mulazzo (ADMM, Nuova Serie, 5.1)
  • Vertenza tra Azzo Giacinto Malaspina III di Mulazzo e la comunità di Castevoli per l'istituzione di una gabella di confine tra i due feudi (ADMM, Nuova Serie, 5.2)
  • Ricevute della Depositeria Generale di S.A.R. ad Azzo Giacinto III Malaspina (ADMM, Nuova Serie, 8)
 

Immagini disponibili:

 
 

Vedi anche:
 
 
« Alessandro Malaspina (1754-1810) - indice - L'Archivio domestico dei Malaspina di Mulazzo »
Indice percorsi | percorsi per immagini | mappa della sezione | ricerca immagine
   
Segreteria di rete  Responsabile: Francesca Guastalli - Archiviste: Monica Armanetti, Paola Bianchi
Tel. 0187.427834 - Fax 0187.429210   E-mail: biblioteca@comune.bagnone.ms.it
by Tor Graphics