area riservata
login
password
Rete Provinciale delle Bibblioteche della Provincia di Massa Carrara
Rete Provinciale delle Biblioteche della Provincia di Massa Carrara
Provincia di Massa Carrara
Provincia di Massa Carrara
Regione Toscana
Regione Toscana
 
   Percorsi formativi
    Il fiume Magra, una strada d'acqua lungo la via Francigena
« elenco percorsi    
Bagnone
 Bagnone in Val di Magra
Terra, già castello del Granducato, alla base meridionale del monte Orsajo fra le balze di un augusto e profondo vallone bagnato da un fragoroso torrente che gli diede il nome, tre miglia a levante del fiume Magra, nel gr. 27° 39’ long., 44° 18’ 5’’ latit.
È capoluogo di Comunità. Residenza di un Vicario Regio nella Diocesi. […]
Bagnone fu sede di uno dei tanti marchesati posseduti dal ramo di Alberto Malaspina Marchese di Filattiera […] e toccò in dote ad Antonio. Nel 1410 il territorio fu dato in accomandigia alla Repubblica Fiorentina, alla quale nel 1471 restò in libera balìa e giurisdizione tutto il marchesato.
Consisteva allora il distretto di Bagnone nei casali di Cavezzana, Casalasco, Collesino, Gottola, Mocchignano e Nezzana, oltre il vecchio castello di Bagnone posto intorno alle rupi di un alto colle sulla confluenza del torrente omonimo e del fosso Pendeggia. […] Delle antiche fortificazioni resta tutt’ora in piedi il cassero fabbricato in guisa di torre circolare, antica abitazione della nobile stirpe de’ Conti di Noceto, i quali vi fissarono il loro domicilio sino da quando la Repubblica Fiorentina donò la rocca di Bagnone ai nipoti di Pier Francesco di Noceto.
La parte più moderna di Bagnone giace alle falde del poggio che le sta a ridosso da un lato, mentre dall’altro trovasi rinchiusa fra le profonde ripe di romoroso torrente. Lungo da esso risiede il borgo fiancheggiato da portici ed in capo al medesimo la piazza nella quale trovasi il pretorio e la chiesa principale. […]
Il territorio della Comunità di Bagnone occupa una striscia di terreno irregolare, circondato dagli ex feudi di Varano, di Treschietto, di Villafranca e dell’Aulla e nei punti estremi della Toscana dal Ducato di Parma.
Il suo perimetro ha la configurazione presso a poco di una chiocciola la cui testa rivolta a settentrione-maestro tocca il giogo dell’Appennino di Mont’Orsajo, presso il lago Verde, prima sorgente del fiume Enza dove confina con il Ducato di Parma. […] Sul dorso che guarda settentrione il territorio di Bagnone forma una prominenza […] mentre risale verso Monte Orsajo per congiungersi alla Comunità Granducale di Caprio. Di là rivolgendosi in senso contrario corre verso scirocco .al casale di Nezzana e quindi scende fino al torrente Merizzo, che presto lascia a sinistra, volgendo da ostro a libeccio sino alla sponda sinistra della Magra. Mediante questo fiume tocca Lusuolo posta alla destra della Magra. Nell’ultimo tragitto la Comunità di Bagnone costeggia con gli ex feudi di Malgrate e Villafranca cui subentra presso alla Magra la Comunità Granducale di Terrarossa sino al torrente Civiglia. Costà subentrano gli ex feudi estensi dell’Aulla, di Ponte e di Licciana e corre nella direzione di libeccio a grecale, rimontando il fianco destro della vallecola del torente Taverone sino a tornar sulla cresta dell’Appennino a contatto con il distretto di Varano. […] Formavano parte del sopradescritto perimetro comunitativo di Bagnone tre antichi feudi imperiali Castiglione del Terziere, Bagnone e Rocca Sigillina. Il primo, avendo preceduto gli altri nella sua dedizione alla Repubblica Fiorentina, ebbe anche il privilegio di essere da questa dichiarato capoluogo di giurisdizione. Del quale acquisto (che risale alla metà del secolo XV, circa vent’anni innanzi di Bagnone) i reggitori del Comune di Firenze formarono il Capitanato di Castiglione del Terziere, poscia Vicariato di Bagnone, dopo che furono riuniti in un sol corpo i distretti di Rocca Sigillina, di Corlaga, di Lusuolo e di Riccò, di Filattiera, di Terrarossa e di Groppoli pervenuti per compra al Granducato.

Epoca cronologica dell’acquisto degli ex feudi componenti l’antico capitanato granducale di Bagnone  in Lunigiana

Anni
1451
Castiglione del Terziere, con le ville di Cassiolana, Cortenuovo, Corvarola, Merizzo, Fornoli ec.
1471
Bagnone, con le ville di Collesino, Compiano  [Compione], Nezzana, Pastina, Lusana, Pieve, Corgnole [Corniola], Darbia, Groppo e Vespeno
1546
Rocca Sigillina con le sue ville di Cavallana, Oliveto e Vignola ec.
1549
Filattiera con le sue ville di Miglierina e Lusignana
1551
Corlaga e le sue ville di Agnetta, Leuzio  [Leugio], Stazzone, Biglio ec.
1574
Lusuolo e Ricò con le loro ville di Campoli, Canossa, Capannella, Canala, Campo sopra, Circò e Tassonara
1578
Groppoli col Castello e ville di Arpio [Arpiola], Casarossa, Costa Cravilla, Lavaggio, Serla, Talavorna
1617
Terra rossa col Castelletto e le ville di Costamala e Canalescuro

Quasi tutti i suddetti villaggi ottennero i loro statuti municipali. […]
Con la legge del 30 settembre 1772 il capitanato di Bagnone e di Castiglione del Terziere fu dichiarato uno dei 15 Vicariati minori, cui fu assegnata la giurisdizione civile e criminale di tutto l’antico territorio a riserva della Comunità di Albiano e Caprigliola data al Vicario maggiore di Fivizzano, cui di seguito fu unita la Podesteria di Codiponte, già dipendente dal Vicariato di Bagnone. […]
Con il regolamento Leopoldino, de’ 24 febbraio 1777 relativo all’organizzazione economica della comunità di Bagnone, furono riunite in un sol corpo per comune interesse 20 comuni, cioè:
1. Bagnone; 2. Biglio; 3. Cassolana; 4. Castiglione del Terziere; 5. Compione; 6. Collesino; 7. Corlaga; 8. Corvarola; 9. Filattiera; 10. Fornoli; 11. Gigliana; 12. Grecciola; 13. Lusana; 14. Lusuolo; 15. Mocchignano; 16. Nezzana; 17. Pastina; 18. Pieve; 19. Ricò; 20. Rocca Sigillina.
Il cancelliere comunitativo è di terza classe, e la sua cancelleria comprende anche le comunità di Albiano, Filattiera, Groppoli e Terrarossa; tutte le quali comunità hanno l’Uffizio di esazione del Registro e la Conservazione delle Ipoteche in Pontremoli; la Rota è in Pisa.

Bibliografia
E. REPETTI, Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana - Firenze presso l'autore e editore coi tipi di A. Tofani, 1833-1846.
ADMM, Licenza domandata dal Governo Toscano per fare le piante del corso della Magra nel territorio di Mulazzo, Antica serie, filza 31/2, 13 set. 1780
 
ADMM, Licenza domandata dal Governo Toscano per fare le piante del corso della Magra nel territorio di Mulazzo, Antica serie, filza 31/2, 13 set. 1780
 
ACB, Fogli sciolti, s. d.
 
E. REPETTI, Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana ? Firenze presso l'autore e editore coi tipi di A. Tofani, 1833-1846
 
« Filattiera - Il Consorzio del fiume Magra- a cura di Rita Lanza - indice - Bagnone - Una cancelleria fiorentina per i territori dell'area mediana del fiume Magra - a cura di Francesca Guastalli »
   
Segreteria di rete  Responsabile: Francesca Guastalli - Archiviste: Monica Armanetti, Paola Bianchi
Tel. 0187.427834 - Fax 0187.429210   E-mail: biblioteca@comune.bagnone.ms.it
by Tor Graphics