area riservata
login
password
Rete Provinciale delle Bibblioteche della Provincia di Massa Carrara
Rete Provinciale delle Biblioteche della Provincia di Massa Carrara
Provincia di Massa Carrara
Provincia di Massa Carrara
Regione Toscana
Regione Toscana
 
   Percorsi formativi
    Il fiume Magra, una strada d'acqua lungo la via Francigena
« elenco percorsi    
Carrara
Carrara - Le cave del marmo
I monti di Carrara con quelli più umili che s’inoltrano per Fosdinovo verso il fiume Magra determinano dal lato occidentale il confine dell’Alpe Apuana. […]
Dal Sagro dal Burrone e dall’Alpe Rossa partono tutti i contrafforti che forniscono i più bei marmi. Essi trovansi coperti alla loro base dal calcareo semigranoso,o da quello cavernoso, nell’ultimo dei quali si trovano profonde grotte e concamerazioni cavernose da stalattiti e stalagmiti scherzosamente incrostate.
I villaggi posti sul dorso, o nei fianchi dei contrafforti soprannominati danno il vocabolo alle cave dei rispettivi distretti ed ai canali o fossi da cui sono solcati, sino a che le acque riunite in un sol alveo presso Carrara acquistano la denominazione di fiume Carrione, e più sotto quello di Avenza.
Varie strade attraversano il territorio carrarese. L’antica Carrareccia per il trasporto dei marmi passa dentro la città lungo la destra sponda del fiume, e di là prosegue fino alla marina. […]
Il viaggiatore che brama visitare le cave più prossime a Carrara deve rimontare il canale di Torano, sino sopra il villaggio omonimo. Alla cosiddetta grotta del Tanone, descritta dallo Spallanzani, confluiscono due rivi, uno che scende dal lato di maestro fra la Tecchia e il Burrone, l’altro che quasi a lui parallelo si stacca fra il Burrone e il picco del Sagro. È costà dove comincia la regione marmorea. Il valloncello percorso dal torrente più orientale è il luogo che giustamente può chiamarsi la sede dei più fini e più pregevoli marmi. Vi si entra per una profonda gola praticata dall’arte, fra il picco di Crestola e il poggio Silvestro. […]
Le prime cave ad affacciarsi sono quelle di Crestola e di Cavetta. Esse forniscono un bellissimo marmo cereo, sonoro e che prestasi ai lavori di figure più delicate. […]
Veggonsi all’opposto fianco le cave di Poggio Silvestro, cui appartiene il bardiglio della Grotta de’ Corvi, i belli statuari del Zampone, e quelli che ritengono il nome dello stesso poggio Silvestro. A esso collegasi il poggio di Carpevola, dove si cavano i candidi marmi della Mossa, quelli flessibili di Betogli, e i grandiosi massi della celebre cava del Polvaccio.
Nel fondo di questo valloncello, sotto l’alta parete del Sagro, si presentano in forma di anfiteatro 3 o più cave di marmo bianco e grosso, il quale si estrae in massi di enorme mole. Esso è conosciuto in commercio col nome della località (il Ravaccione).
Nel lato occidentale si trovano le cave della Piastra, di Fossa dell’Angelo e di Grotta Colombara.[…] Il luogo secondo per l’importanza e primo per la storia de’ marmi lunensi, merita di essere visitato nel seno percorso dal Canal grande, 3 miglia a grecale di Carrara, dove esistono le cave dei Fantiscritti.

E il monte ancora e la spelonca propria
Là dove stava l’indovino d’Aronte (Fazio degli Uberti, Dittamondo)

Ebbero nome di cave di Fantiscritti da un’edicola di tre piccole figure (Giove in mezzo a Bacco ed Ercole) scolpite in un’altissima parete verticale di marmo ordinario, davanti ad uno spazioso bacino scavato nel seno della stessa montagna sotto il picco orientale del Sagro. È un’area tutta sparsa di grandi moli marmoree, di pilastri di grandissime colonne di architravi rimasti tagliati e abbozzati sulla cava nel decadimento della potenza romana.
È una delle cave descritte da Ciriaco Anconitano che le visitò nel settembre del 1442, quando trovò in Carrara una iscrizione votiva a Settimo Severo. Si dicono Scritti quei Fanti (cioè fantocci) per essere ivi intorno impressi i nomi di chiari artisti e di altri viaggiatori giunti costà. […] Se si lascia a sinistra il valloncello del Canal grande, si trova quello di Colonnata, dove fu scoperta nel 1810 l’iscrizione dei tempi dell’imperatore Tiberio, poco sopra accennata. […]
Un’utilità più estesa e più costante forniscono all’industria manifatturiera le acque correnti del fiume di Carrara e dei suoi canali superiori: le quali mettono in moto circa 30 edifizi per segare i marmi in tavole; più 10 frulloni per dare il lustro alle ambrogette. […]
Altro oggetto di lucro per una numerosa classe di persone ricavasi col trasporto di marmi dalle cave al lido del mare e colla loro imbarcazione.

Bibliografia
E. REPETTI, Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana - Firenze presso l'autore e editore coi tipi di A. Tofani, 1833-1846.

AFMC, Progetti, Planimetria della zona a mare compresa tra Ameglia e Avenza, sec. XIX
 
AFMC, Progetti, Planimetria della zona a mare compresa tra Ameglia e Avenza, sec. XIX
 
E. REPETTI, Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana ? Firenze presso l'autore e editore coi tipi di A. Tofani, 1833-1846
 
E. REPETTI, Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana ? Firenze presso l'autore e editore coi tipi di A. Tofani, 1833-1846
 
E. REPETTI, Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana ? Firenze presso l'autore e editore coi tipi di A. Tofani, 1833-1846
 
E. REPETTI, Dizionario geografico fisico storico della Toscana contenente la descrizione di tutti i luoghi del Granducato, ducato di Lucca, Garfagnana e Lunigiana ? Firenze presso l'autore e editore coi tipi di A. Tofani, 1833-1846
 
« Licciana Nardi - Il fascio viario della Francigena e la sua deviazione dall'asse principale del fiume Magra a quello del torrente Taverone - a cura di Paola Cervia - indice - Carrara - Nascita e morte della Ferrovia Marmifera Privata - a cura di Paola Bianchi »
   
Segreteria di rete  Responsabile: Francesca Guastalli - Archiviste: Monica Armanetti, Paola Bianchi
Tel. 0187.427834 - Fax 0187.429210   E-mail: biblioteca@comune.bagnone.ms.it
by Tor Graphics