area riservata
login
password
Rete Provinciale delle Bibblioteche della Provincia di Massa Carrara
Rete Provinciale delle Biblioteche della Provincia di Massa Carrara
Provincia di Massa Carrara
Provincia di Massa Carrara
Regione Toscana
Regione Toscana
 
   Percorsi formativi
    Pietro Leopoldo
« elenco percorsi    
1 Pietro Leopoldo d'Asburgo-Lorena (Vienna 1747 - ivi 1792)
Pietro Leopoldo nacque a Vienna il 5 maggio 1747 da Francesco Stefano di Lorena e dall’imperatrice Maria Teresa d’Asburgo. Nel gennaio del 1765, in seguito alla rinuncia del...
2 Le riforme
Pietro Leopoldo regnò in Toscana dal 1765 al 1790. Gli storici tendono a distinguere in questi venticinque anni tre periodi: 1. i primi cinque anni in cui Pietro sarebbe stato...
3 Cronologia delle principali riforme
15 settembre 1766 : legge che dispone la libera circolazione interna dei grani e l’abolizione delle gabelle frumentarie 25 novembre 1766 : istituzione di una Deputazione incaricata...
4 L' assolutismo illuminato di Pietro Leopoldo
La Toscana fu il laboratorio in cui gli intellettuali si misurarono con i problemi del governo politico, con una tensione più tecnica che ideologica e dove le stesse teorie...
5 Il giurisdizionalismo di Pietro Leopoldo
Impone allo Stato l’autorità di imporre le proprie disposizioni a vescovi e preti considerati alla stregua di tutti gli altri sudditi. La politica di Pietro Leopoldo fa leva...
6 Il sistema giudiziario
Il granduca si impegnò nell’intero arco degli anni Settanta in una minuziosa riconfigurazione del sistema giudiziario toscano, nell’intento di separare l’azione di...
7 Dal codice leopoldino alla carta costituzionale
Per Pietro Leopoldo lo stato è un tutt’uno con il diritto legislativo. Il codice leopoldino che precede quello napoleonico nell’eliminazione della pluralità delle...
8 Bonifiche viabilitą e politiche del territorio. La Toscana leopoldina cantiere aperto e laboratorio sperimentale
Sistemazioni fluviali e acquedotti Bonifica acquitrini Viabilità La Toscana della prima metà del XVIII secolo è una realtà agricola e...
9 La cartografia del territorio lunigianese in epoca leopodina
Con la relazione di alcuni viaggi fatti nelle diverse parti della Toscana Giovanni Targioni Tozzetti aveva fornito al Granduca non solo una minuziosa descrizione dello spazio fisico dei...
10 Le comunitą della Lunigiana e la riforma comunale di Pietro Leopoldo
Prima di Pietro Leopoldo lo Stato Toscano non era organico ma formato da tre parti con caratteristiche e strutture diverse. Le vecchie autonomie avevano resistito anche se erano rimaste...
11 Le riforme leopoldine
Abolirono il vecchio sistema municipale unitamente ai resti del feudalesimo Rinnovarono le norme che regolavano la formazione della rappresentanza comunale Ordinarono...
12 La riforma finanziaria
La parte più innovativa fu la riforma finanziaria delle comunità i vecchi contributi furono unificati nella TASSA DI REDENZIONE ne fu determinata per ogni comunità...
13 Regolamento per la Nuova Comunitą di Bagnone (1777) Aspetto amministrativo
Il Regolamento viene ad interessare il territorio bagnonese nel 1777 le circoscrizioni giudiziali cambiano: vengono istituite tre cancellerie in Lunigiana, Bagnone, con Groppoli, Terrarossa,...
14 Regolamento per la Nuova Comunitą di Bagnone - Aspetto finanziario
Tutti i contributi diventano tassa di redenzione e con i regolamenti particolari è istituito l’ammontare che la Comunità doveva versare (quella di Bagnone complessivi...
 
   
Segreteria di rete  Responsabile: Francesca Guastalli - Archiviste: Monica Armanetti, Paola Bianchi
Tel. 0187.427834 - Fax 0187.429210   E-mail: biblioteca@comune.bagnone.ms.it
by Tor Graphics